Indimenticabile Mia Martini. 26 anni fa cantava il mondo di oggi.

 

 

Una delle voci femminili più marcate, e caratteristiche, in aggregato alla straordinaria capacità interpretativa, (in questo caso gli aggettivi non sono di forma) hanno fatto di questa donna-artista uno dei personaggi della musica italiana più amati nel tempo. Queste righe non intendono attribuire altri onori alla carriera di Mimì e, tantomeno volgarmente incunearsi tra le pieghe del suo privato, troppo impropriamente invaso quand’era in vita. Solo, vogliono essere una memoria storica, è bello ogni tanto rievocare chi tanto ha regalato  alla musica ma anche al proprio Paese. Ciò che ha colpito ascoltando questo brano, oltre l’interpretazione e le suggestive vibrazioni emozionali , sono state le parole del testo. Continua a leggere

Annunci

Non lanciate razzi sui bambini addormentati

yemen

Barack Obama : discorso all’Università del Cairo, 4 giugno 2009. Il Time Magazine lo ha definito “la più importante allocuzione mai pronunciata sul Medio Oriente da un leader americano. 

In giorni difficili di riflessioni complesse su avvenimenti che sconvolgono culture e interi Paesi, ho trovato confortante rileggere questo documento nel quale vi sono messaggi di speranza. Ne condivido alcuni stralci tra i più importanti. Oggi, mi chiedo se siano attualizzabili  o se quelle parole, vengano spazzate via dalla rabbia e desiderio di vendetta fino a delinearne sfumature di un auspicabile e futuro conflitto armato.

Ci incontriamo qui in un periodo di forte tensione tra gli Stati Uniti e i mussulmani in tutto il mondo, tensione che ha le sue radici nelle forze storiche che prescindono da qualsiasi annuale dibattito politico […]Violenti estremisti hanno saputo sfruttare queste tensioni per mobilitare una minoranza, esigua ma forte, di mussulmani. Gli attentati dell’11 settembre 2001 e gli sforzi continui di questi estremisti volti a perpetrare atti di violenza contro civili inermi hanno indotto alcune persone nel mio paese a considerare l’Islam come inevitabilmente ostile, non soltanto nei confronti dell’America e dei paesi occidentali in genere, ma anche dei diritti umani. […] Continua a leggere