Mandela : “La povertà non è naturale”

Schermata 2013-06-09 alle 11.19.38

La povertà non è naturale, è creata dall’uomo e può esser sradicata dalle azioni degli esseri umani. Superare la povertà non è un gesto di carità, è un atto di giustizia. E’ la tutela di un diritto umano fondamentale, il diritto alla dignità e a una vita decente. A volte spetta ad una generazione essere grande.

“Voi potete essere una grande generazione. Fate della povertà una storia passata”.

La povertà no, non è naturale. Mi chiedo come sia possibile che persone che sono effettivamente geneticamente uguali alle altre e che non hanno né più né meno di altri, e la scienza lo conferma, possano essere trattate così, io direi addirittura abbandonate a se stessi , e per cosa ? Perché qualche politico deve farsi i comodi suoi sfruttando i poteri che ha al peggio? Forse la colpa è anche nostra , perché noi li eleggiamo. Forse è solo ingenuità, ci facciamo ingannare da false promesse. O è colpa nostra, io compreso, che dobbiamo comprarci le NIKE nuove appena uscite? Il povero non è solo quel bambino africano che sta morendo di fame (quella non è nemmeno vita secondo me , l’ inferno in confronto non è niente), ma anche quello che a 7 anni incomincia a lavorare per 80 centesimi al giorno e viene maltrattato, e quando è vecchio nemmeno un centesimo di pensione. Per non parlare delle spese mediche che costano molto, secondo il loro reddito , e per quel giorno loro non mangiano. Una cosa tragica è anche il fatto dei bambini soldato a cui viene letteralmente tolta ogni emozione e viene insegnata  “l’arte della guerra”. Io a volte mi sento in colpa perché ho tutto, e in abbondanza, e loro niente, e se avessero una minima parte di quello che io ho ( e io non sono ricco) loro non morirebbero come cani per strada , cercando fino all’ultimo di sopravvivere.

“A volte spetta a una generazione essere grande. Voi potete essere una grande generazione”.

Nelson Mandela – Discorso all’ O.N.U. 2005

Ed ecco un intenso pensiero tradotto in italiano di un ragazzo africano di 14 anni in merito a quelle parole.

Questa è una grande frase che colpisce, credo che Nelson Mandela abbia ragione, io voglio esser qualcuno, voglio fare qualcosa per dare significato alla mia vita, voglio che la mia generazione venga ricordata per qualcosa di concreto e non per qualcosa detto o scritto su un pezzo di carta e poi lasciato ad ammuffire. Ma come posso io, un ragazzo di 14 anni, fare tanto ? Le mie forze finiranno; sì, è vero , ci sono altri ragazzi come me, ma la maggior parte dei ragazzi tende a diventare egocentrici, egoisti. Ormai i valori veri non esistono, bisogna ricominciare a riscoprirli; certi ragazzi non capiscono la gioia di quando aiuti l’altro e fai del bene .Tanti hanno solo paura e si rifugiano nel piacere di una sigaretta, della droga, o la notte con una ragazza, per dimostrarsi immuni a ogni malefatta e “grandi”. Mi piacerebbe fare qualcosa, e infatti abbiamo nella nostra scuola un Preside che a me piace e io lo stimo, perché ha reso questa scuola nostra, non di una persona lontana, che si dimentica di noi e che ci siamo. Venerdì ha organizzato uno stand up per dire no alla povertà e per fare un forte nodo al fazzoletto, e la nostra documentazione verrà mandata al governo. Chissà se prendono in considerazione il nostro gesto, ma comunque il mondo  si prepari, non vincerà il più forte o il più ricco. Qualcosa , non solo nella nostra piccola scuola, sta succedendo, in varie parti del pianeta e il mondo non resterà a guardare. Forse anche il più piccolo villaggio africano avrà la nostra tecnologia moderna, ma ho paura che a quel punto noi saremo molto più avanti e risaremo da capo. Io credo che si possa cambiare il mondo, ma bisogna essere uniti e farci capire dal mondo. Tanti messaggi ci sono arrivati contro la violenza e la schiavitù, ma noi non sempre sappiamo decifrarli, da Gandhi a Mandela. Io ci credo e ogni iniziativa benefica la sosterò. Non bisogna avere paura delle aggressioni alle nostre idee, è paurosa l’ indifferenza ad esse, come dice Gandhi.

  ANXHELO BAROLLI.

6 thoughts on “Mandela : “La povertà non è naturale”

  1. La Ricchezza o la Dignita’ va conquistata come una bella Donna,
    o un Uomo Intelligente!
    Ci dobbiamo fare Coraggio, e prestare
    Attenzione e con Pazienza, superare,
    i nostri apparenti limiti. Namaste’

  2. Per fortuna che ci sono persone come questo ragazzino di 14 anni che sono dotate di una grande ricchezza umana. E grazie a persone come Mandela c’è la speranza di cambiare le cose e migliorare… Un saluto

    1. Ciao Andrea!!! Sottoscrivo e quello che traspare la grandezza di un grande e la stessa grandezza di un semplice ragazzino che proprio la semplicità rende “grande”. Buona serata . Sono molto preso col lavoro ma appena riesco faccio un immersione nei tuoi lavori . B

      1. Hai proprio ragione! 🙂 E per il blog non preoccuparti, non scappa, anzi ben felice per te con il lavoro sperando che non siano grane, ma cose buone eheh 😉 Buon lavoro e buona serata! 🙂

Grazie dell'attenzione !

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...